Seguire il trend è sempre la scelta vincente; in questo articolo scopriremo insieme come iniziare a riconoscere i movimenti di mercato identificati da Goichi Hosoda, meglio conosciuti come onde di Hosoda. Attraverso la ripetizione dei movimenti del prezzo nel tempo, si può valutare di prevedere il trend futuro.

Da oggi inauguriamo su We-Trading una rubrica dedicata alle onde di Hosoda e quindi seguiranno altri aggiornamenti.

Tutti conosciamo l’indicatore Ichimoku, ma non tutti sanno che il suo inventore ha trascorso l’intera esistenza a studiare un sistema completo basato sulla teoria delle onde e del tempo. In questo articolo ci occuperemo di capire cosa sono e come funzionano le prime.

Tutti i movimenti del prezzo, possono essere identificati e interpretati attraverso cinque modelli (o pattern di prezzo):

  • tre principali: I; V ed N e
  • due secondari: P e Y.

Onde di Hosoda: i movimenti del prezzo

I modelli principali, li possiamo considerare come uno l’evoluzione del precedente in termini grafici (la I è formata da una gamba, la V da due gambe e la N da tre gambe).

Sostanzialmente il primo lo possiamo identificare come un lungo impulso, il secondo come un impulso e correzione (oppure due impulsi) e il terzo come impulso, correzione e nuovo impulso che deve terminare su un punto notevolmente superiore (in caso di trend rialzista) rispetto alla correzione.

Onde N: identificare il trend

I movimenti di nostro interesse sono quelli più frequenti, di facile identificazioni e che ci permettono di essere sempre nella direzione del trend, meglio individuati come onde N

Hosoda aveva individuato per le onde N ben 4 livelli di target di prezzo, questi livelli sono ottenuti con semplici calcoli matematici in base alla formazione della prima parte dell’onda “ABC”.

I modelli e calcoli matematici saranno oggetto di future pubblicazioni. Per adesso ci limitiamo a farvi conoscere questo modo di analisi grafica con Ichimoku.

Molto spesso, sempre con profondo stupore dopo il loro calcolo, notiamo che essi coincidono con livelli chiave del prezzo.

Ricordiamo tuttavia che per una soddisfacente analisi le onde vanno sempre congiunte alla teoria dei cicli (che tratteremo nel nostro prossimo articolo).

CFD Indici - Petrolio - Oroichimoku
9 Feb, 2019

FTSEMIB: ichimoku + spread al 9 Febbraio

A distanza di una settimana dall'ultimo articolo sull'indice italiano FTSEMIB40 (IT40Cash in XM.com) il sentiment…
ftsemib italia CFD Indici - Petrolio - Oroichimokuspread trading
31 Gen, 2019

FTSEMIB40: ichimoku e spread trading

L'indice italiano FTSEMIB40 (IT40Cash in XM.com) presenta una configurazione grafica interessante che ci apre ad…
Onde di Hosoda Ichimoku
29 Gen, 2019

NZDCAD e USDCAD: ichimoku + cicli di hosoda al 29 Genn

La scorsa settimana abbiamo ipotizzato per questa coppia la formazione di un’onda N (immagine di…

One Comment

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.