NZDCAD e USDCAD: ichimoku + cicli di hosoda al 29 Genn

La scorsa settimana abbiamo ipotizzato per questa coppia la formazione di un’onda N (immagine di inizio articolo), tuttavia il prezzo si è comportato diversamente. Noi non abbiamo avuto perdite sul nostro capitale perché scendendo su h4 non si è presentato alcun segnale d’ingresso, questo è uno dei grandi pregi di ichimoku: la possibilità di entrare a mercato solo quando il trend è ben definito.

NZDCAD: analisi scenari, ichimoku, onde e cicli di hosoda

Di questo mancato guadagno vogliamo fare alcune considerazioni sulla strategia:

  • Il prezzo si è fermato esattamente sul target NT, che, abbiamo ripetuto più volte essere lo spartiacque tra il proseguimento del trend e il suo arresto.

  • Nei giorni successivi il prezzo si è fermato più volte sulla base della Y, facendoci distogliere completamente lo sguardo da questa coppia. Quando si verificano condizioni simili, con il prezzo “incastrato” (nel nostro caso tra la base della Y e il target NT) è meglio abbandonare e concentrarsi su altro, ichimoku lavora massivamente con una direzione ben definita, la confusione della lateralità ci scompagina invece con una serie di falsi segnali.

Adesso, si aprono due nuovi scenari:

Avevamo ipotizzato con l’onda N tracciata qualche giorno fa, che si fosse concluso un ciclo da 51 periodi e che ci trovassimo di fronte ad una nuova fase ribassista, ma con le ultime candele, possiamo affermare che quel periodo di 51 non ha segnato la conclusione del ciclo maggiore.

Potrebbe essere iniziata una nuova fase di lateralità con un’onda P in formazione, questo ce lo confermeranno due elementi:

  1. il prezzo, battendo la base del pattern grafico tracciato

  2. la chikou che, entrando tra i prezzi, difficilmente ne uscirà presto.

Il secondo scenario che immaginiamo è la discesa che ci auguravamo una settimana fa:

il 23 Gennaio 2019 potrebbe essersi concluso un ciclo da 76 periodi e la candela formatasi in tale data potrebbe essere il nostro punto A

Questa naturalmente è l’ipotesi che ci auguriamo di vedere, con un primo arresto del prezzo sulla ssb (formazione del punto B), un rintracciamento fino alla base della precedente congestione (punto C) e poi finalmente giù.

USDCAD: aggiornamento grafici, onde e cicli di hosoda

Dopo più di un mese di shutdown che ha paralizzato gli uffici federali usa, ieri finalmente Trump ne ha annunciato la riapertura per tre settimane, questo evento insieme alle continue pressioni per la costruzione del muro con il Messico e la guerra commerciale con la Cina hanno contribuito alla chiusura di venerdì del dollaro Usa con un tracollo su tutti i fronti valutari, questa situazione ha rafforzato la nostra ipotesi fatta a inizio anno, di uno scenario short sul medio/lungo termine, il greggio, invece sul fronte del dollaro canadese, sta estendendo la sua ripresa, complice anche la travagliata produzione del Venezuela

Il 24 gennaio sembra essere terminato il rintracciamento che ci ha permesso di disegnare la nostra onda N con la formazione di A il 02 Gennaio, B il 9 Gennaio e C per l’appunto questo Giovedì appena passato.
Sul daily ci piace molto la chikou che ha tagliato con forza sia la tenkan che la kijun, inoltre, se pur di poco sul settimanale il prezzo ha tagliato la kijun.

Ci aspettiamo un piccolo periodo di lateralità tra i target NT e V, momento in cui faremo particolarmente attenzione, ma per il momento ci spostiamo semplicemente in h4 e già dall’ apertura dei mercati attenderemo un segnale che ci permetta un ingresso sell con uno stop loss coerente alla nostra operatività. Il nostro target E è molto ambizioso (1.2685) ma lo riteniamo possibile, sia per fattori politici mondiali, ma soprattutto perché il prezzo sembra libero di scorrere con pochi supporti, inoltre il livello citato corrisponde quasi alla ssb settimanale, e, superata la kijun (sempre sul settimanale) non c’è molto altro a frenare il prezzo verso la discesa.

Le onde di Hosoda

Ichimoku le Onde di Hosoda è stato fondato da due trader indipendenti che hanno maturato in diversi anni un’approfondita conoscenza dell’indicatore Ichimoku combinato alla teoria del tempo e delle onde di Hosoda, esperti del mercato Forex, indici e materie prime.
AVVISO: Le pubblicazioni non tengono conto degli obiettivi di investimento e della situazione finanziaria dei lettori. Gli articoli di studio sono da intendersi a scopo puramente informativo, non sono da considerarsi come un invito esplicito ad investire il proprio denaro.

CFD Indici - Petrolio - Oroichimoku
9 Febbraio, 2019

FTSEMIB: ichimoku + spread al 9 Febbraio

A distanza di una settimana dall'ultimo articolo sull'indice italiano FTSEMIB40 (IT40Cash in XM.com) il sentiment…
ftsemib italia CFD Indici - Petrolio - Oroichimokuspread trading
31 Gennaio, 2019

FTSEMIB40: ichimoku e spread trading

L'indice italiano FTSEMIB40 (IT40Cash in XM.com) presenta una configurazione grafica interessante che ci apre ad…
Onde di Hosoda Ichimoku
29 Gennaio, 2019

NZDCAD e USDCAD: ichimoku + cicli di hosoda al 29 Genn

La scorsa settimana abbiamo ipotizzato per questa coppia la formazione di un’onda N (immagine di…

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.