Volume Profile: le basi per un trading professionale

Traders,

Voglio spendere qualche minuto parlando del metodo di lettura dei mercati con il Volume Profile. Ne ho parlato in modo approfondito nelle ultime edizioni del mio corso di Volume Trading ma oggi voglio mettere qui alcuni personali appunti. Ti avviso in anticipo che leggerai molti punti strettamente legati alla mia opinione personale sugli indicatori e sulla struttura del mercato stesso. Penso che questo sia importante per gettare le basi del perché una tecnica come il Volume Profile possa essere uno strumento analitico migliore rispetto ad altri strumenti simili disponibili oggi.

Perché abbiamo bisogno di un’analisi dei mercati?

Il mercato finanziario è un ambiente non strutturato. Ci sono pochissime, se non nessuna, regole. Qualsiasi cosa può succedere in qualsiasi momento nei mercati, sia forex, indici, materie prime, criptovalute, metalli preziosi e altro.

I partecipanti al mercato, da quando esistono i mercati, hanno cercato di inquadrare il mercato in regole quantificabili o soggettive. Alcune volte funziona. La maggior parte delle volte no. In questa ricerca, i trader provano una varietà infinita di strumenti e indicatori di trading. Grafici, oscillatori, varie metodologie come Elliot Waves sono un’estensione della nostra ricerca per essere in grado di prevedere il mercato.

Molte volte questi strumenti non funzionano. Una ragione fondamentale per cui questi strumenti non funzionano è che sono intrinsecamente costruiti utilizzando dati passati, mentre i mercati guardano sempre al futuro.

Alla fine della giornata, ciò di cui abbiamo bisogno è una struttura che possiamo utilizzare per sfruttare qualsiasi informazione fornitaci dal mercato, come il contesto e qualsiasi altro fattore per estrarre un vantaggio. Sebbene nessuna metodologia funzioni il 100% delle volte, vogliamo essere in una posizione in cui siamo in grado di avere statisticamente  ragione nel tempo. Vogliamo vincere di più quando abbiamo ragione e perdere di meno quando abbiamo torto.

Raramente utilizzo le figure di analisi tecnica nel mio trading operativo, ma al contrario dedico molta attenzione per l’analisi dell’intervallo di tempo giornaliero e settimanale. Questo è il Volume Profile.

Comprendere le basi del Volume Profile

Se non hai mai utilizzato il Volume Profile prima, potresti volerne impostare uno in un ambiente demo e giocarci per alcune settimane. Ad esempio ci sono piattaforme come la Volfix, Ninja Trader, ExoCharts che hanno un ottimo indicatore di Volume Profile. Meno interessante e preciso è quello fornito da TradingView. Per chi utilizza la Metatrader è invece possibile utilizzare il Market Profile indicator, anche se non include lo studio dei volumi ma solo dei Tick.

Ho presentato il Market Profile nei Webinar XM gratuiti e vi consiglio di iscrivervi alle prossime lezioni da QUI: https://www.we-trading.eu/webinar

Background sul market profile

La maggior parte dei primi lavori per la mia migliore comprensione del Market Profile, che era un predecessore del volume proifle, è stata eseguita da Peter Steidlmayer negli anni ’70. Se non lo hai già fatto, ti consiglio vivamente di leggere il suo libro “Steidlmayer on Markets: Trading with Market Profile” che descrive il market profile in modo molto succinto. Mentre alcuni dei concetti tecnici che ha descritto potrebbero non essere molto rilevanti oggi a causa del cambiamento tecnologico e del modo in cui i mercati si sono evoluti, la struttura sottostante di ciò che descrive rimane vera oggi quasi 50 anni dopo.

Struttura del Mercato

I mercati globali nel 2021 sono focalizzati sul movimento ad effetto “sorpresa” del prezzo.

Quasi tutti i fenomeni di mercato che ascoltiamo, leggiamo e twittiamo, come crash spettacolari, massimi storici mozzafiato e FOMO sono semplicemente un evento di prezzo. Il mercato non sbaglia mai, anche se il prezzo può essere giusto o sbagliato.

Il motivo per cui i mercati esistono e funzionano così bene è perché forniscono un quadro attraverso il quale varie entità come le aziende, i governi, gli enti pubblici o privati possono emettere le loro azioni, obbligazioni, debiti ecc. e lasciare che il mercato decida un prezzo “equo” per loro .

In sostanza sono disposti a correre un rischio in cambio di “prezzi favorevoli” da Mr. Market. Se il mercato gradisce e accetta la loro offerta, è disposto a pagare prezzi sempre più alti. Se il mercato rifiuta la loro emissione, i prezzi più alti vengono rifiutati e vengono accettati i prezzi più bassi. E’ un esempio molto semplice, tuttavia è il modo in cui il mercato opera di base 24 ore, 5 giorni alla settimana.

In un mondo perfetto, trader e investitori potrebbero vedere questo fenomeno al rallentatore, fare le loro scelte e guadagnare milioni di dollari di profitto e salpare verso il tramonto 🌅… Tuttavia, a causa di un mondo sempre più entropico, milioni di giocatori e le loro varie intenzioni, i mercati hanno reso questo processo di determinazione dei prezzi estremamente difficile da leggere. Per chiunque sia nuovo sui mercati, sarà perdonato per aver pensato che il mercato sia schizofrenico 😜 con i suoi infiniti cambiamenti di umore, che saltano su e giù per diverse centinaia di punti di prezzo in un giorno!

Fortunatamente, il mercato lascia indizi sottili sotto forma di azione sui prezzi, che un operatore scaltro ed esperto può decifrare, data una motivazione sufficiente e tempo sullo schermo.

Se sei arrivato fino a questo punto, hai già la motivazione 🙃 Continua a leggere per alcuni miei suggerimenti.

Ricerca le occasioni di investimento e inizia a fare trading con broker regolamentati e di fiducia

Organizzare il mercato

C’è qualche speranza per dare un senso a tutto questo? Penso che ci sia. E sulla base del mio trading degli ultimi 15 anni, ho visto diversi esempi in cui anche il più volatile dei mercati può avere senso quando organizzi le loro azioni in modo significativo.

Cos’è questo modo di cui parlo?

È qui che entra in gioco il concetto di Volume Profile.

Per essere in grado di capire cosa potrebbe fare il mercato dopo, devi essere in grado di capire quanto è stato buono (o cattivo) il lavoro svolto finora per pubblicizzare il suo prezzo ai suoi potenziali clienti. Il Volume Profile è una rappresentazione grafica di questa attività.

Nella sua forma più semplice, il Volume Profile è una rappresentazione grafica del prezzo in cui ognuno è posizionato (o scambiato), per un determinato periodo di tempo. Quanto volume è stato transato ad ogni tick? Quanto tempo ha speso il mercato in ogni fascia di prezzo? I profili rispondono a questa domanda.

Guarda questo grafico qui sotto.

Questa è una bella rappresentazione di equilibrio e simmetria. Uno sguardo e so istintivamente che c’è molto da fare al centro dell’asse x e molto poco interesse ai suoi bordi estremi (2 e 3 deviazioni standard fuori dalla media). Questa illustrazione è una rappresentazione cristallina dei Volume Profile.

L’asse X è il prezzo, immaginiamo da 1 (sinistra) a 10 (destro) e il centro è 5 (media). Se quel grafico rappresentasse 1 giorno intero di contrattazioni possiamo dire che il mercato è in equilibrio al prezzo di 5 mentre sugli estremi era in eccesso di euforia rialzista o ribassista.

A questo punto, penso che abbia senso chiederti se sei ancora con me o sei completamente perso?

Se non hai pensato in questi termini prima, può avere senso rileggere fino a qui.

Equilibrio

Questo appena indicato sopra non è che un esempio molto rudimentale. Tuttavia, la cosa buona da sapere in questi termini è che i risultati o le possibilità di organizzare il mercato in questo modo sono scarsi. E’ meglio dire che per un dato lasso di tempo, il mercato “accetterà” i prezzi o li “rifiuterà”.

Cosa significa?

Accettazione: in parole povere, utilizzando un profilo, vedrai un rigonfiamento a determinati prezzi. Ciò significa che, per quanto momentaneamente, quella zona o quel prezzo viene ritenuto equo dal mercato. Questi rigonfiamenti sono anche noti come “nodi ad alto volume (HVN)”

Rifiuto: non vedrai quasi nessun rigonfiamento a questi livelli. Ciò significa che i prezzi non sono equi. Questo può essere rappresentato come stampe singole su un grafico TPO o “Nodi a basso volume (LVN)” su un grafico del Volume Profile.

Il rifiuto del prezzo come supporto o resistenza

Un prezzo rifiutato non significa automaticamente “sbagliato”. I rifiuti di prezzo sono quasi sempre un ottimo modo per identificare buoni livelli di supporto e resistenza. Il rifiuto del prezzo significa quasi sempre una mancanza di interesse sotto o sopra quel prezzo.

Mancanza di rigonfiamento ai minimi = Domanda (Demand)

Mancanza di rigonfiamento agli alti = Offerta (Supply)

Elementi da attenzionare.

Devi sapere se questi rifiuti sono avvenuti in precedenti zone di accettazione o se questi rifiuti si sono verificati in precedenti zone di rifiuto (tipico comportamento dei prezzi su aree di supporti e resistenze che si scambiano di ruolo nel tempo). Ad esempio, una mancanza di rigonfiamento al di sopra di un rigonfiamento ben consolidato può indicare un mercato che esce da una zona di consolidamento e non dovrebbe essere considerato un rifiuto, ma piuttosto un mercato che si muove al rialzo. La cosa buona è che possiamo iniziare a usare questi rigonfiamenti e skinny-LVN per iniziare a formare alcune nostre ipotesi. La parte negativa è che ci sono anche sotto-variazioni in questi, tuttavia come qualsiasi altra cosa, più tempo si sta sullo schermo e migliore sarà la comprensione delle sfumature.

Spero che tu sia ancora con me e che ne tragga almeno un po’ di valore. Questi argomenti richiedono molto tempo per me e per la stesura e se ti ha aiutato a imparare qualcosa di nuovo, assicurati di premere il pulsante di condivisione social per permettermi di raggiungere più trader, come te.

Order Flow Trader: punti chiave

Il primo passo per diventare un trader professionista di tipo Order Flow riassume i seguenti punti:

  1. Iniziare a pensare in termini di accettazione e rifiuto del prezzo
  2. Sapere visivamente che i profili offrono un modo semplice per vedere dove si trovano i prezzi accettati e rifiutati per una determinata sessione
  3. Forma la tua ipotesi usando HVN, LVN, single print per formalizzare dove questi “punti dolenti” o riferimenti vivono all’interno della tua sessione preferita
  4. Cerca attivamente la formazione di queste nuove strutture o nodi durante la sessione e osserva i prezzi interagire con essi

La regola del 70%

Non so o non capisco quale sia la ragione dietro la regola dell’area del valore del 70%, tuttavia, sono sicuro che statisticamente sia importante e catturi poche emozioni umane in qualche modo o forma.

Quindi, ora stai iniziando a pensare in termini di come il mercato si organizza. Hai aggiunto un indicatore del Volume Profile sulla tua workstation. Stai iniziando a osservare la sessione mentre procede. Ora vuoi sapere se ci sono altre cose che possono avere un impatto sull’azione del mercato. Sì, quindi la Value Area nella maggior parte dei giorni (ma non tutti) funge da contenimento naturale o livello di supporto/resistenza.

Che cos’è la Value Area?

Bene, ecco una definizione: Value Area, all’interno della TOTAL Bell Curve della sessione, questa zona contiene il 70% di tutto il volume o l’attività.

I limiti superiore e inferiore di questa zona sono linee di supporto e resistenza naturali. Se non funzionano per una determinata sessione, possono offrire qualche tipo di opportunità la sessione successiva. Sono livelli di “alta probabilità” per offrire qualcosa. Nella mia esperienza sono efficaci per il 60-70 percento in termini di offerta di una pausa al prezzo il giorno successivo o anche all’interno della stessa sessione.

Per coloro che non hanno mai lavorato con un Volume Profile o con un approccio statistico prima, probabilmente dovrebbero semplicemente utilizzarlo sulla propria workstation e guardare per alcune settimane o un mese o due. Per i trader più esperti, possono iniziare a pensare in termini di valore.

Sebbene ci siano diverse strategie di trading che possono essere potenzialmente sviluppate da queste informazioni, alcune delle mie preferite sono:

  • Value Area che sale o scende
  • Espansione della Value Area
  • Cambio VPOC
  • Rifiuto al VAL e VAH seguito da nuova formazione del valore.

Spiegarli da soli richiede un intero corso trading sui volumi… ne faremo altri in futuro…

Ci sono mercati più adatti di altri per questo tipo di analisi?

Penso che il Volume Profile funziona meglio nei mercati con un range reale medio dell’1-2% al giorno. Solo dal punto di vista del flusso di opportunità, eviterò i mercati che si muovono a meno di mezzo punto percentuale a conti fatti (come i bond).

Fonti: alcune parti di questo testo sono state scritte grazie ai contenuti divulgati su Twitter dall’utente Tic Toc

Ti piace questo articolo?

Vuoi ricevere via email i prossimi articoli, studi di analisi tecnica e strategie di trading elaborate da We-Trading?

Iscriviti alla newsletter We-Trading cliccando QUI

Lorenzo Sentino

Lorenzo Sentino

Lorenzo Sentino è trader online, coach di strategie di trading su indici, azioni e forex. AVVISO: I trading alert, segnali forex e ogni altra indicazione presente in queste pagine non devono essere considerati come raccomandazioni di investimento personalizzate ma frutto di libera espressione, studio e analisi degli autori. Non ci si assume responsabilità sulle conseguenze dell'utilizzo delle informazioni presenti.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.