Cerca
Close this search box.

Le regole d'oro per il Successo nel trading online

Il mio processo mentale che mi ha portato a capire le regole e gli schemi per fare trading

Probabilmente hai sentito ogni guru del trading, twitter o influencer parlare di stabilire regole per il tuo trading. Ma ci sono un milione di modi per farlo.

In questo post, condividerò la mia esperienza con le regole di trading e discuterò quello che penso sia probabilmente il modo migliore per usarle.

Le regole d’oro

Stamattina ho visto un post che elencava le “regole d’oro per i nuovi trader”. Comprendeva un sacco di cose generiche, eccone alcune:

  1. Non mediare mai un trade in perdita
  2. Non scambiare mai nulla che non capisci al 100%
  3. Trova una metodologia di trading adatta alla tua personalità
  4. La dimensione delle tue vincite e perdite determina il tuo successo nel trading

Per me queste non sono regole molto forti perché sono generiche e, per me, sono regole di base. La maggior parte di queste regole sono (o dovrebbero essere) incorporate nell’avere una strategia di trading, un sistema di gestione del rischio o semplicemente nell’approccio generale al mercato di qualsiasi trader.

Ovviamente, mediare sui perdenti è una cattiva idea il più delle volte, farlo può costare molto caro.

Faccio trading sui futures e non sono sicuro nemmeno di comprendere appieno il mercato dei futures al 100%, e ci sono dentro da un bel po.

Il trading con una metodologia che funziona per te non è davvero una regola, è solo come fare trading.

La dimensione delle vittorie e delle sconfitte determina il tuo successo? Non proprio “regola”.

 

Come le regole di trading mi hanno aiutato

Allora come si stabiliscono le regole in modo efficace? 

Vorrei premettere dicendo che ho imparato ad affrontare i mercati grazie ad alcuni mentori del trading di futures e quindi la mia comprensione delle regole è stata plasmata dalla saggezza che mi è stata tramandata. L’ho quindi portato sul mercato, testando e adattando le regole per adattarle al mio stile e alla mia comprensione.

Per me, le regole di trading vengono messe in atto per molte ragioni fondamentali. Eccone alcuni:

  • Per impedirmi di agire secondo i miei peggiori impulsi
  • Per governare il modo in cui interagisco con il mercato, anche per l’entrata e l’uscita
  • Per aiutare a regolare la mia risposta emotiva
  • Per mantenere il lavoro discrezionale al minimo; Voglio eseguire operazioni oggettive

È risaputo che nell’evoluzione umana abbiamo sviluppato una risposta alla lotta con strategie di fuga per tenerci al sicuro. Sebbene cruciale per la sopravvivenza in natura, non ha praticamente alcuna utilità nei mercati. Eppure, è ciò che sta dietro le nostre paure di perdere o commettere un errore, che guida le perdite per così tanti trader.

Leggo o ascolto spesso, dai miei studenti, frasi del genere:

“Ho paura di perdere soldi… esco dal mercato o non entro”

“Ho paura di perdere il profitto fatto fino ad ora… metto un trailing … o stop stretto oppure esco”

Le regole tecniche sono binarie. 

Pertanto, stabilisco delle regole per controllare i miei impulsi. Ciò include regole su cosa costituisce una configurazione, come appare un segnale di ingresso e quando e dove apro e chiudo una posizione, in tutto o in parte. Se una configurazione, secondo la mia definizione, non c’è, allora non mi sognerei di fare trading. Se non ricevo un segnale, sempre secondo la mia definizione di cosa sia un segnale di trading, allora quella regola non viene soddisfatta e non c’è trade. O le condizioni sono soddisfatte o non lo sono. È una cosa binaria e non devo distrarci.

Non indovinare. Puoi vedere che ho anche eliminato le congetture. L’ultima cosa di cui ho bisogno nella foga del momento è stare seduto lì cercando di prendere decisioni su quando, come, dove fare trading. Peggio ancora, il cervello umano è una macchina che riconosce gli schemi e così spesso è attivamente alla ricerca di schemi. Se non ho una configurazione definita con criteri che devono essere soddisfatti, ci sono buone probabilità che il mio cervello crei una configurazione. Nella mia esperienza, non ha mai funzionato. Non ho mai avuto successo con la creazione di configurazioni al volo.

Poiché so che le risposte emotive che provo riducono drasticamente la qualità del mio processo decisionale, ho stabilito semplici regole in ogni aspetto del mio trading, inclusi strategia, gestione del rischio e psicologia.

Le regole e gli schemi Long, Short o Neutro, se seguite, producono buoni risultati.

Richiedi Dettagli sulla Masterclass!