Skip to main content

Diventare Trader di successo: elementi di base da avere o costruire

C’è qualcosa che distingue un trader di successo da un trader comune?

Di recente mi è stato chiesto se esiste un certo stato d’animo che è migliore di altri, o addirittura un prerequisito per poter fare trading bene. E’ sufficiente fare analisi tecniche, usare indicatori, tracciare trend line o c’è qualcosa di più?

I trader di successo, sono bravi perché sono davvero bravi nell’analisi tecnica o c’è qualcosa in più per il loro successo?

Tutte queste sono domande importanti. E mi sono sentito obbligato a dargli un pensiero più profondo.

Anche se non posso pretendere di sapere come pensano gli altri trader di successo, posso guardare indietro ai miei 15 anni di esperienza nei mercati, facendo trading quasi ogni giorno, per elaborare se ci sono determinati tratti o comportamenti a livello personale che promuovono un trading migliore

Posso allora documentare certe abitudini o certi modi del mio pensiero che hanno preceduto i giorni buoni?

D’altro canto, ci sono altri giorni in cui ho avuto prestazioni scadenti e cosa mi permette di scartare quei tipi di giorni?

Per rispondere a questo, ho deciso di catalogare la mia giornata di trading.

Anche se non posso condividere tutti gli aspetti di ciò che passo per mantenere dei limiti personali rispettabili, dovrei essere in grado di condividere molte delle mie azioni e dei miei processi mentali.

Ad alto livello, tutto ruota intorno ai modelli. Il tuo lavoro, le tue relazioni, il tuo trading, i tuoi soldi, tutto si riduce a schemi.

Il pensiero cosciente è difficile. Richiede una tonnellata di energia e quindi la natura ne fa solo una piccola parte di ciò che facciamo. La mente quindi solidifica ciò che pensiamo e facciamo quotidianamente in schemi.

In linea di massima, ci sono 3 tipi di modelli:

  • Modelli di abitudini
  • Modelli di mentalità (pensiero)
  • Modelli di azione

Tutti questi giocano un ruolo in quanto bene o quanto male fai. In questo post, ho deciso di prendere alcuni di questi modelli dalla mia esperienza e di elaborarli un po’ di più su come influenzano il mio trading.

Per motivi di organizzazione, ho strutturato questi modelli in 3 step. Ciò semplifica la visualizzazione su una timeline:

  • Pre-mercato
  • Durante il mercato
  • Dopo il mercato

Poiché il mercato è un ambiente non strutturato, non ci sono valori assoluti ma solo relativi. Ricorda che il mercato è tutto incentrato su questi riferimenti relativi e sulla reazione a quei riferimenti. Non esistono trader buoni o cattivi. Ci sono solo trader con buone o cattive idee. Passo molto tempo a cercare di capire questi riferimenti. La mia opinione personale è che minore è il disordine nel tuo cervello e nella tua vita, migliori saranno i tuoi punti di riferimento. Questo è uno dei motivi principali per cui non utilizzo alcun tipo di analisi tecnica oltre al Volume Profile, al Book e livelli di supporto e resistenza come i Pivot Point.

Invece spendo molte energie nella comprensione dei riferimenti di mercato da una prospettiva multi settoriale: vedi i miei video settimanali sull’analisi degli ETF settoriali da qui:

Preparazione pre-mercato

Il pre mercato consiste dal momento in cui mi sveglio al momento dell’apertura della borsa. Mi alzo quasi tutti i giorni alle 7 del mattino. Attribuisco questa abitudine all’aver iniziato a leggere “The Miracle Morning di Hal Helrod“.

Potete visionare qui halelrod.com e facilmente reperire un ebook da AMAZON in Italiano.

Naturalmente non faccio trading subito dopo essermi svegliato.

Cerco di capire se questo è un giorno rischioso o no: non sempre sarai in grado di farlo. La maggior parte dei giorni non sarai in grado di distinguere dall’inizio alla fine. Tuttavia, nel 10% dei giorni in cui puoi, la sessione sarà più facile da negoziare e non andrai contro tendenza. Uso mercati correlati come VIX e NASDAQ per verificare se sta succedendo qualcosa di super strano e non intervengo. Ad esempio, se il VIX aumenta del 50% in un giorno, vado alla ricerca di ribassi fino a prova contraria. Se il NASDAQ fa un nuovo massimo in un giorno di 400 punti, negozierò solo sul lato long.

Conosci la storia

Quasi tutti i giorni, il mercato è guidato da una storia. Potrebbe essere qualsiasi cosa, non importa. Nota che non ho detto flusso di notizie, che è molto diverso e per lo più falso. Le storie possono essere valutazioni macro economiche, decisioni su tassi, scorte, immobiliare, disoccupazione, eventi societari importanti e che hanno riflessi sulla finanza e altro. Questi sono fatti e i mercati formano schemi attorno a questi che tendono a ripetere, fino a quando non si rompono. Alcuni esempi recenti includono DWAC, TSLA, PTON, MRNA ecc. Comprendere queste storie può essere redditizio anche se ti sei perso la mossa iniziale, puoi ancora spremere un po ‘di succo nelle reazioni successive.

Sii consapevole della tendenza principale

Tengo sempre a mente qual è la tendenza a breve termine, che sia settimanale o mensile. Ci stiamo consolidando in un intervallo o uscendo da esso, ecc. Faccio tutte le mie analisi e livelli prima dell’apertura del mercato. Questi livelli possono essere i miei livelli degli ordini come anche i pivot e POC e value area (massimi e minimi del giorno precedente) o livello settimanale. Non vado oltre i livelli mensili su S&P500 quando faccio trading intraday.

Non ignorare le ovvie notizie importanti come il FOMC: conoscere sempre le principali notizie economiche del giorno. Anche se non hai idea di come negoziarlo, non vuoi essere sorpreso per qualcosa che può causare un vuoto di liquidità e causare movimenti di prezzo negativi di diversi punti.

Inizia a fare trading con broker regolamentati e di fiducia

Durante il mercato

Il mercato è ora aperto. Ora cosa fare? Basta comprare e vendere livelli studiati? No, non così velocemente!

A che punto siamo in termini di intervallo precedente

Questo è forse molto importante e molte persone lo ignorano. Voglio sapere a che punto siamo nel contesto dell’asta di ieri. Ci stiamo aprendo nel corpo della price action di ieri? Oltre a questo? Sotto di esso? Riferimenti importanti da non perdere MAI.

Tieni d’occhio il test dei riferimenti importanti

  • Se apriamo all’interno del range di ieri, viene fatto un tentativo di uscire dai massimi o di scendere sotto i minimi?
  • Se apriamo sopra il range, viene fatto un tentativo di testare i massimi precedenti o Value Area High?
  • Quando è stato fatto il tentativo? All’inizio della sessione o alla fine del gioco?
  • Qual è stato il volume relativo di questi tentativi?

La cosa più importante

Hai fatto i tuoi preparativi, hai guardato il mercato per la prima mezz’ora. Piazzi la tua prima operazione della giornata! Sale subito, sei in grande, wow 🤩 è fantastico! Tuttavia, non è questo che ci distrugge. Vincere fa sempre sentire bene e genera più vittorie.

Quello che ci incasina è una perdita. La mia teoria personale è che i trader davvero bravi gestiscono le perdite in un modo molto diverso rispetto ai trader perdenti. V

Impara a perdere nel trading online

Per ottenere buoni risultati, devo essere agnostico al 100% e prestare ZERO attenzione emotiva alle perdite. Ho bisogno di fermare la mia perdita al più presto e passare alla prossima operazione.

Nel momento in cui mi fidanzo con la perdita, nel momento in cui la sposo e la porto a casa nel mio cuore, è quando le cose iniziano a peggiorare per me. Metterò da parte una perdita massima giornaliera, diciamo 10 punti o X% del movimento del sottostante acquistato (azione, indice, gold o altro), nella maggior parte dei giorni non la raggiungo mai. Ma i giorni in cui lo colpisco, è qui che mi fermo per la giornata. 15 anni di trading mi hanno insegnato che se supero il trading di XXX punti di perdita, non andrà a finire bene, sarà una giornata di XXX*2 punti di perdita!

La soglia di PANICO di ognuno è differente

Mentre posso tollerare solo 10 punti di perdita, potresti essere più avverso al dolore e il tuo limite potrebbe essere 20. Questo è un numero soggettivo e deve essere regolato in base a molti fattori: il tuo stile di trading, il tuo personalità, i tuoi obiettivi e al tuo capitale investito.

Per riassumere, i trader veramente bravi gestiscono le perdite in modo molto diverso rispetto alle masse. In un certo senso si potrebbe dire che non temono le perdite. Se potessi sottolineare una cosa da tutto questo post, è questa: tutti i tuoi preparativi sono inutili se lasci che le perdite arrivino a te. Lo stato più ottimale per il trading è uno stato mentale spensierato. Libero dalla paura. Liberi anche da ogni aspettativa. È libero da qualsiasi pensiero ad essere onesti.

Ti piace questo articolo?

Vuoi ricevere via email i prossimi articoli, studi di analisi tecnica e strategie di trading elaborate da We-Trading?

Iscriviti alla newsletter We-Trading cliccando QUI

Dopo il mercato

Faccio una lunga passeggiata o cerco di distrarmi con altro dopo la chiusura del mercato. Rivisito ogni singolo trade che ho fatto e lo ripenso in termini di perché l’ho fatto e se avessi potuto farlo diversamente. È una specie di prova mentale per riprodurre l’intera giornata.

Altri schemi e routine di pensiero che mi aiutano

  • Il trading h24 è una ricerca solitaria. Essere in uno stato mentale di confidenza con il mercato è un MUST. Con la pratica capirai meglio te stesso e saprai se sei distratto o concentrato. Ad esempio, quando sono distratto faccio molto poco.
  • Quasi tutti i miei brutti giorni arrivano dopo una notte di pessimo sonno.
  • Elimina le app inutili che attirano la tua attenzione come Facebook. Fondamentalmente ho ridotto tutto ciò in cui sto consumando informazioni sulla vita personale di altre persone. Non mi interessa più.
  • Leggi le opinioni di tutti ma sappi che alla fine della giornata sono solo opinioni. Leggo molti account FinTwit ma non prendo a cuore quello che stanno dicendo. Leggo per lo più per identificare un’opportunità a cui nessuno ha pensato prima. I tweet che sembrano stravaganti o fuori contesto sono molte volte buone opportunità. Tieni d’occhio quelli.
  • I commenti più interessanti li trovo su twitter… non instagram e non facebook…
  • I canali telegram buoni sono pochi…

Riassumendo

I bravi trader la pensano diversamente. I grandi trader non pensano affatto. Hanno automatizzato molto del loro pensiero. Mentre la tecnica gioca un ruolo, la maggior parte delle vittorie deriva dalla mentalità di un trader esperto poiché la tecnica gioca un ruolo sempre più piccolo.

Si preparano PRIMA dell’apertura del mercato e durante l’apertura si limitano a eseguire.

I bravi trader non pensano nemmeno alle perdite. Sono senza paura. Sono pronti a ridurre le loro perdite senza pensarci due volte.

I bravi trader si prendono cura della loro mente e del loro corpo. Mangiano bene, dormono bene, si allenano e usano tecniche di performance come visualizzazioni, meditazioni, PNL ecc

Cos’altro mi sono perso? Sentiti libero di twittarmi o scrivimi un commento qui sotto.

Spero che questo abbia aggiunto un po’ di valore. Sentiti libero di condividerlo con trader come te se pensi che abbia senso.

Lorenzo Sentino

Lorenzo Sentino è trader online, coach di strategie di trading su indici, azioni e forex. AVVISO: I trading alert, segnali forex e ogni altra indicazione presente in queste pagine non devono essere considerati come raccomandazioni di investimento personalizzate ma frutto di libera espressione, studio e analisi degli autori. Non ci si assume responsabilità sulle conseguenze dell'utilizzo delle informazioni presenti.

2 Comments

  • Michele la torre ha detto:

    Buonanno Lorenzo!
    I tuoi consigli sono sempre tesoro ,perché niente s impara senza nessuno che insegna. Noto sempre la passione che ci metti ,poi il resto tocca a noi aggiungere ciò che manca…..come la preparazione mentale,lo studio, la passione, il tempo e il denaro da dedicare in un trader o in uno studio specifico o generale, o meglio penso che sia un mantra il trading, altrimenti non può diventare un lavoro!
    Grazie alla prossima!

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.